Come gestire il rientro dalle vacanze

Come gestire il rientro dalle vacanze

L’arrivo del termine delle vacanze può diventare traumatico per molte persone, provocando diversi disagi. Diventa quindi importante saper gestire il rientro dalle vacanze per non incorrere in un calo di produttività e benessere quando bisogna tornare alla vita di tutti i giorni.

Sono infatti in molti a soffrire di ansia e di stress da post rientro, specie quando arrivano gli ultimi giorni di ferie e questi ci ricordano che presto dovremo di nuovo tornare a lavoro o scuola.

 

Cosa fare prima del rientro

 

Se ogni volta che rientrate dalle ferie vi sentite stanchi, ansiosi, depressi ed avete difficoltà nel prendere sonno allora state vivendo questa condizione di stress. Il rientro a casa però può diventare meno traumatico se si prendono delle piccole accortezze, come ad esempio anticipare il rientro alla vita di tutti i giorni. Certo porre fine in anticipo alle tanto attese vacanze può sembrare un grosso sacrificio, ma ritornare prima ci aiuta a riprendere in maniera graduale la normale routine senza stacchi improvvisi dopo giorni di relax e divertimento.

Altra cosa importante è stabilire quali commissioni o lavori dovranno avere priorità dal momento in cui riprenderemo a lavorare. Questo ci aiuterà a gestire al meglio tutto il lavoro arretrato, le scadenze e così via, evitando quindi di venir travolti dall’ansia e dallo stress. In questo modo saremo in grado di porci degli obiettivi, iniziando il nuovo anno lavorativo senza sentirci con il fiato sul collo.

 

Importanti sono anche i buoni propositi, quindi se avete un problema che vi trascinate da tempo o che vi crea incertezza potrebbe essere il momento adatto per affrontarlo in modo da non perdere tutta l’energia e l’entusiasmo accumulati durante le ferie. Se avete poi bisogno di una mano non fatevi problemi a chiedere aiuto a qualcuno: delegare vi darà il tempo di carburare e tornare prima in pista.

 

Post vacanze: attività fisica e relax

 

Anche se non si è abituati a fare attività sportiva, questa può diventare un toccasana per non cadere in depressione al rientro dalle vacanze. Lo sport infatti, può consistere anche in una semplice passeggiata post cena, perfetta per i più pigri. Muoversi non solo è ideale per scaricare le tossine accumulate durante il giorno ma aiuta anche a dormire meglio.

A tutto ciò bisogna infatti unire il giusto riposo, quindi bisogna evitare di ridurre drasticamente le ore di sonno per recuperare il lavoro arretrato o lo studio. Per ricominciare al meglio è necessario riposare, quindi andate a dormire ad un orario che vi permetta di dormire almeno 8 ore e ricaricare le batterie, evitando di portarvi a letto tablet, smartphone e computer. Questi ultimi infatti non fanno altro che rovinare il ciclo del sonno, portando stress.

Non dimenticate poi di ritagliarvi ogni tanto qualche giorno per voi stessi, tipo un weekend fuori porta, cercando di rimanere sempre positivi. La fine delle vacanze non deve infatti cogliervi impreparati e nessuno vi vieta di dedicarvi alle cose che vi rendono felici.

Insomma gestire il rientro dalle vacanze non è  impossibile, basta seguire poche semplici regole che vi aiutano a far tesoro delle belle esperienze avute in quei giorni per non scaricarvi subito.

 

Tutti social: fenomeni estivi o mettersi in mostra?

Tutti social: fenomeni estivi o mettersi in mostra?

 

Con l’avvento della tecnologia e dei social network non manca occasione per far sapere ad amici e parenti cosa stiamo facendo. Non fa certamente eccezione il periodo estivo dove tra facebook, instagram ed affini vediamo finire tutta la moltitudine di scatti e selfie dai luoghi di vacanza: ma si tratta di un fenomeno relativo alla stagione calda o è un modo per mettersi in mostra?

Come per gli anni passati anche il 2017 non fa eccezione e vediamo postare una miriade di scatti, fatti soprattutto in riva al mare, ed in molti seguono i trend del momento. Non mancano infatti gli scatti in compagnia del proprio fenicottero rosa gonfiabile, quelli fatti mostrando le gambe con il mare sullo sfondo o anche chi imita le star e fa un selfie nella “Bambi pose”, moda del momento per attirare likes.

 

Estate 2017: le celebrità e la moda

 

L’estate 2017 è vetrina come sempre non solo per le persone che conosciamo, ma anche per le celebrità. Ne è un esempio Gianluca Vacchi, re indiscusso dell’estate 2016 e protagonista anche quest’anno per i pignoramernti subiti: viene seguito dalla bellezza di 12 milioni di follower sui social ed è noto come Mister Enjoy. Mentre si può parlare di fenomeno estivo per le persone comuni, nel caso di queste persone di successo si tratta semplicemente di un mettersi in mostra.

Specie nel caso di questo personaggio infatti è pieno internet di sue foto in viaggio, magari sul suo yacht di lusso o insieme al cantante Luis Fonsi: tutti gesti per attirare l’attenzione del pubblico e quindi i likes di chi li segue online.

Naturalmente non è il solo vip a gradire la notorietà portata dai social network e non sono nemmeno pochi i ragazzi che nell’imitarli fanno altrettanto, postando selfie ad ogni ora del giorno. Di certo in quest’ultimo caso è un semplice fenomeno estivo che andrà scemando col tempo.

Collaborazione Bella Lodi Raspadura

Bella Lodi Raspadura

La tradizione casearia lodigiana affonda le sue radici lontano nel tempo, in un momento storico nel quale si poneva la massima attenzione al rispetto della tradizione e della qualità. Anche oggi Bella Lodi prosegue in questo solco fatto di antichi lasciti e di ricette storiche. Il formaggio Raspadura, dal punto di vista storico, nasce dalle prime forme di grana lodigiano che non erano stagionate perfettamente, e per questo motivo venivano fatte raschiare dal padrone della cascina, che lasciava poi la forma ai contadini come regalo. Il nome ‘raspadura’ deriva infatti dal dialetto lodigiano ‘raschiatura’. La Raspadura Bella Rodi quindi nasce essenzialmente come un prodotto povero, ma poi viene rivalutato, tanto che oggi come oggi si tratta di un formaggio pregiato e venduto già pronto e grattugiato, per insaporire al meglio i tuoi piatti, o nella forma da 100 grammi, da presentare in tavola. 

Questo classico formaggio stagionato dalla crosta nera ha come ingrediente fondamentale il latte delle vacche locali, soprannominato ‘oro bianco’, in quanto è indispensabile per conferire a questo formaggio dal sapore intenso il suo gusto tradizionale. Nato come piatto semplice e povero, oggi come oggi il Raspadura Bella Lodi è invece un prodotto molto ricercato, che viene utilizzato nella preparazione di piatti raffinati, ma che non disdegna neppure la cucina tradizionale e casareccia grazie al suo gusto molto equilibrato e flessibile. 

<img src=”https://image.ibb.co/d9xC25/bellalodispicchio.jpg” alt=”bellalodispicchio” border=”0″ />

Oggi potete trovare questo tipico prodotto lodigiano nelle confezioni Bella Lodi pensate per ogni esigenza. Il Raspadura Bella Lodi grattugiato, in confezione da 100 grammi, è ideale da usare sulla pasta per ottenere un sapore deciso ed inconfondibile. Nella sua pratica confezione salva-freschezza può essere usato più volte, all’insegna del risparmio. 

Il raspadura grattuggiato si sposa perfettamente, per esempio, nel risotto o nelle lasagne, abbinato con gli asparagi, una verdura che si sposa alla perfezione con questo prodotto caseario. 

Se invece preferite assaggiare alla maniera tradizionale il Raspadura, il modo perfetto è quello di acquistare il pezzo intero da 100 grammi. Tagliato sottilmente a scaglie, come nella tradizione, questo formaggio è un eccellente ed esclusivo antipasto, abbinato con salumi, olive e altri prodotti tipici. 

Il Raspadura a scaglie sottili è anche ottimo sulla pasta con i pomodorini. Viene aggiunto all’ultimo istante sopra la pasta, creando una commistione di sapori ed un trionfo di gusto eccezionale. Sia assaggiato al naturale che a scaglie sulla pasta, questo prodotto quindi si sposa alla perfezione nella tradizione della cucina mediterranea in cucina e incontra i gusti di tutti. 

4 alleati per dimagrire velocemente

 4 alleati per dimagrire velocemente

Uno dei migliori modi per bloccare l’aumento di peso e favorire il dimagrimento  è quello di stimolare la produzione di leptina, un ormone che taglia l’appetito, ed attiva il processo naturale di combustione del grasso

Omega 3. Una dose giornaliera da 2000 mg di omega 3 aiuta a bloccare il recupero di peso dopo una dieta, favorendo la combustione del grasso. Gli omega 3 stimolano le cellule di grasso a produrre e rilasciare leptina. 

Frutta secca. 60 grammi al giorno bastano per favorire la perdita di peso. Ricca di magnesio e zinco, la frutta secca aiuta a trasportare la leptina verso le cellule del cervello, facendoci mangiare di meno.

Sonno. 7-8 ore di sonno al giorno sono fondamentali per perdere peso: i muscoli e il tratto digestivo producono leptina, raggiungendo un picco di produzione mentre dormiamo.

Pompelmo rosa. Ne basta uno al giorno per perdere peso, prevenendo l’effetto rimbalzo. Il frutto contiene composti che aiutano i tessuti ad assorbire la leptina.

 

E’ però importante prima di iniziare qualunque dieta farsi seguire da un medico di fiducia.